Print

Garanzia Giovani: L’inps fornisce le istruzioni

User Rating:  / 0
PoorBest 

A luglio 2014 l’Unione Europea ha approvato il “Programma Operativo Nazionale Iniziativa Occupazione Giovani” per favorire l’occupazione giovanile. In questo contesto lo Stato italiano ha approvato il programma Garanzia Giovani che prevede un incentivo per le assunzioni di giovani con specifici requisiti.

Oggi l’Inps con la circolare numero 188 fornisce le prime indicazioni operative sulla garanzia giovani.

Datori di lavoro interessati
L’incentivo può essere riconosciuto ai datori di lavoro privati, a prescindere dalla circostanza che siano imprenditori.

Giovani interessati
L’incentivo è previsto per l’assunzione dei giovani che si sono iscritti al programma garanzia giovani sul portale garanziagiovani.gov.it.

Possono accedere al programma garanzia giovani coloro cha hanno un’età compresa tra i 15 e i 29 anni, non frequentano un corso di studi, né di professionalizzazione e non sono occupati. Il programma infatti, è destinato ai giovani NEET, Not engaged in Education, Employment or Training.

Rapporti di lavoro incentivati
Gli incentivi del programma garanzia giovani spettano alle aziende disposte ad assumere giovani con contratto a tempo determinato di durata pari o superiore a sei mesi e per le assunzioni a tempo indeterminato; l’incentivo spetta anche per i rapporti di lavoro subordinato instaurati in attuazione del vincolo associativo con una cooperativa di lavoro e in caso di rapporto a tempo parziale, a patto che sia concordato un orario di lavoro pari o superiore al 60% dell’orario normale.

L’incentivo non spetta per i rapporti di apprendistato, di lavoro domestico, intermittente, ripartito e accessorio. L’incentivo è valido per i rapporti di lavoro sottoscritti dal 3 ottobre 2014 al 30 giugno 2017.

Misura dell’incentivo
La misura dell’incentivo è determinata dal tipo di contratto di lavoro e della classe di profilazione attribuita al giovane. Dopo l’iscrizione del giovane al progetto garanzia giovani, sarà chiamato a sostenere un colloquio individuale presso il centro per l’impiego. In questa sede viene attribuito al giovane una classe di profilazione, ovvero un indice che sulla base delle informazioni fornite, indica il grado di difficoltà del giovane nella ricerca di un’occupazione. Le classe sono quattro a vanno dalla basse difficoltà a trovare lavoro ad un grado di difficoltà molto alta.

rapporto di lavoro profilazione bassa profilazione media profilazione alta profilazione molto alta
rapporto a tempo determinato la cui durata è pari o superiore a sei mesi e inferiore a dodici mesi 0 0 1.500 euro 2.000 euro
rapporto a tempo determinato la cui durata è pari o superiore a dodici mesi 0 0 3.000 euro 4.000 euro
rapporto a tempo indeterminato 1.500 euro 3.000 euro 4.500 euro 6.000 euro

Nel caso in cui il datore di lavoro desideri trasformare il rapporto di lavoro a tempie determinato in un rapporto a tempo indeterminato potrà godere di un secondo incentivo. In questo caso la misura dell’incentivo è pari alla differenza tra la misura prevista per il rapporto a tempo indeterminato e l’importo già fruito per il tempo determinato.

Incentivo: come fare domanda
Ecco il procedimento che i datori di lavoro devono seguito per chiedere gli incentivi del programma garanzia giovani. Per prima cosa il datore di lavoro inoltra all’Inps una domanda preliminare di ammissione all’incentivo, indicando:

  • il lavoratore nei cui confronti è intervenuta o potrebbe intervenire l’assunzione
  • la regione e la provincia di esecuzione della prestazione lavorativa.

Per inoltrare la domanda il datore di lavoro si serve del modulo GAGI, disponibile all’interno dell’applicazione “DiResCo - Dichiarazioni di Responsabilità del Contribuente”, sul sito internet www.inps.it.

Il modulo Gagi sarà disponibile a breve sul sito dell’Inps, di seguito un fax-simile del modello:

PDF - 122.9 Kb

In seguito alla richiesta, l’inps verifica l’iscrizione del giovane indicato dal datore di lavoro nel programma garanzia giovani e quale sia la sua classe di profilazione per determinare l’importo dell’incentivo. Fatto questo l’Inps verifica la disponibilità residua della risorsa, in relazione alla regione o provincia autonoma in cui opera l’azienda e
in caso di disponibilità delle risorse, comunica per via telematica che è stato prenotato in favore del datore di lavoro l’importo dell’incentivo richiesto.

Ottenuta la conferma dall’Inps il datore di lavoro ha 7 giorni lavorativi dalla ricezione della comunicazione per effettuare l’assunzione del giovane. Entro 14 giorni lavorativi dalla ricezione della comunicazione dell’Inps, il datore di lavoro ha l’onere di comunicare l’avvenuta assunzione o trasformazione del contratto di lavoro, chiedendo la conferma della prenotazione effettuata in suo favore.

L’istanza di conferma costituisce domanda definitiva di ammissione al beneficio.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.