Print

Assunzioni con contratto di lavoro a tempo indeterminato

User Rating:  / 0
PoorBest 

L’incentivo riguarda l’assunzione di lavoratori disoccupati che recandosi personalmente al Centro per l’Impiego di competenza, hanno dichiarato di essere immediatamente disponibili allo svolgimento e alla ricerca di un’attività lavorativa, secondo quanto previsto dal Regolamento Regionale D.R.G. 227/2006 attuativo della L.R. 18/2005.


Quali requisiti deve possedere il lavoratore al momento della presentazione della domanda da parte dell’Azienda e che contributo è previsto?
I lavoratori per i quali sono previsti incentivi all’assunzione di personale a tempo indeterminato devono essere cittadini italiani, comunitari o extracomunitari in regola con la normativa vigente in materia di immigrazione, residenti sul territorio regionale, appartenenti a una delle seguenti categorie:

  • Lavoratori in condizione di svantaggio occupazionale:
    • Disoccupati da almeno 12 mesi con meno di 36 anni d’età;
    • Disoccupati invalidi del lavoro (con invalidità inferiore al 34%);
    • Disoccupati (anche da un solo giorno) con più di 36 anni d’età.
  • Lavoratori in condizione di particolare svantaggio occupazionale:
    • Donne disoccupate con più di 50 anni d’età;
    • Uomini disoccupati con più di 55 anni d’età.

L’ammontare del contributo è determinato in funzione dell’età anagrafica e di eventuali altri contributi o agevolazione che vengono percepiti per la stessa assunzione e va da un minimo di Euro 2.500 a un massimo di Euro 14.000. In caso di contratto a tempo indeterminato part time gli importi verranno riproporzionati.

Che requisiti deve avere l'assunzione?
L’assunzione deve possedere i seguenti requisiti:

  • Non riferirsi a posti di lavoro che si siano resi liberi, a seguito di licenziamenti, nei 12 mesi precedenti alla presentazione della domanda, salvo che le nuove assunzioni non avvengano per l’acquisizione di professionalità diverse da quelle dei lavoratori licenziati.
  • Non riguardare lavoratori che abbiano acquisito lo stato di disoccupazione a seguito della cessazione di un precedente rapporto di lavoro con il medesimo datore di lavoro richiedente, intervenuta nei 12 mesi precedenti la presentazione della domanda. Se il lavoratore è donna con più di 50 anni di età o uomo con più di 55 il divieto è derogato nell’ipotesi in cui la cessazione sia avvenuta per naturale scadenza del termine di un contratto di lavoro a tempo determinato.
  • Non riguardare assunzioni che costituiscono un’attuazione di un obbligo di legge oppure assunzioni che violano il diritto di precedenza stabilito dalla legge o dal contratto collettivo, ovvero non riguardare lavoratori che siano stati licenziati, nei 6 mesi precedenti, da parte di un datore di lavoro che al momento del licenziamento presenti assetti societari sostanzialmente coincidenti con quelli del datore di lavoro che assume ovvero risulti con quest’ultimo in rapporto di collegamento o controllo.
  • Avere ad oggetto i rapporti di lavoro che si svolgono nel territorio regionale.
  • Non riguardare coniuge, parenti entro il terzo grado o affini entro il secondo grado del datore di lavoro se la trasformazione è effettuata da ditte individuali o da esercenti le libere professioni in forma individuale.

Quando dev’essere presentata la domanda di contributo?
L’Azienda, per poter godere dei contributi messi a disposizione, deve presentare domanda almeno 1 giorno prima dell’assunzione.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.