Progetti di ricerca e innovazione” del Fondo di garanzia per le Pmi
Venerdì, 18 Marzo 2016
Il decreto, in attuazione di quanto previsto all’articolo 1, comma 48, lettera b), della legge 27 dicembre 2013, n. 147, definisce i criteri, le... Read More...
Agricoltura: parte piano giovani con 160 milioni
Venerdì, 18 Marzo 2016
Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali rende noto che sono operative le misure del pacchetto 'Generazione Campolibero'. Mutui a... Read More...
Bonus ridotto per chi assume con la Naspi
Mercoledì, 30 Dicembre 2015
I datori di lavoro che assumeranno disoccupati percettori di Naspi incasseranno il 20%, invece del 50%, del trattamento residuo che avrebbe dovuto... Read More...
Turismo digitale: tax credit e incentivi
Mercoledì, 08 Aprile 2015
Ecco il decreto attuativo sul credito d’imposta per il turismo digitale previsto dall’Art Bonus, destinato all’evoluzione tecnologica di... Read More...
Disponibilità a ospitare tirocini
Lunedì, 30 Marzo 2015
Segnala ai centri per l'impiego il tuo interesse ad ospitare tirocini incentivati da Garanzia giovani e Progetto occupabilità.   DI COSA SI TRATTA... Read More...
Sgravi contributi - costi e benefici
Lunedì, 19 Gennaio 2015
La legge di Stabilità 2015 offre l’opportunità, ai datori di lavoro che assumono lavoratori a tempo indeterminato, di fruire per tre anni dello... Read More...
Le 9 regole per l’esonero contributivo nelle assunzioni a tempo indeterminato
Lunedì, 05 Gennaio 2015
Il comma 90, contenuto nella Legge di Stabilità 2015 – di prossima pubblicazione in Gazzetta Ufficiale – disciplina il nuovo sgravio... Read More...
Orario di apertura al pubblico dello Sportello Contributi Lavoro
Lunedì, 07 Aprile 2014
lunedì dalle ore 15.00 alle ore 17.00 martedì e giovedì dalle ore 09.00 alle ore 11.00. Gli operatori dello Sportello-Contributi sono reperibili... Read More...
Avvisi bonari in giornata
Mercoledì, 24 Luglio 2013
Novità per artigiani e commercianti Avvisi bonari in giornata per artigiani e commercianti. L'Inps, infatti, ha implementato il cassetto... Read More...
Contributi pieni dopo 18 mesi
Mercoledì, 24 Luglio 2013
Contributi pieni per l'apprendista assunto dalle liste di mobilità. Dopo i 18 mesi di incentivo, infatti, si applica la contribuzione ordinaria... Read More...
Stampa

Lo stato di disoccupazione

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Cosa si intende per Stato di Disoccupazione?
Per Stato di Disoccupazione si intende la condizione del soggetto privo di lavoro che, recandosi personalmente al Centro per l’Impiego di competenza, dichiara di essere immediatamente disponibile allo svolgimento e alla ricerca di un’attività lavorativa, secondo quanto previsto dal Regolamento Regionale DPR 227/2006 attuativo della L.R. 18/2005.

Modulo di richiesta di acquisizione o conservazione dello Stato di Disoccupazione


Quali sono le condizioni necessarie affinché si determini lo Stato di Disoccupazione?
Tre sono le condizioni necessarie affinché il soggetto rientri nello Stato di Disoccupazione: non deve essere impegnato in alcuna attività lavorativa, deve essere immediatamente disponibile ad una congrua offerta di lavoro e deve svolgere azioni di ricerca attiva di lavoro secondo le modalità definite con il Centro per l’Impiego.

N.B.: la Disoccupazione è attestata dalla dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro presentata al Centro per l’Impiego territorialmente competente.


Com’è possibile conservare lo Stato di Disoccupazione lavorando?
Lo Stato di Disoccupazione viene conservato, seppur lavorando, a prescindere dalla tipologia del rapporto di lavoro instaurato, se si percepisce un reddito da lavoro annuale non superiore al reddito minimo personale escluso da imposizione, così come determinato dalla normativa fiscale vigente.

N.B.:
Gli importi si riferiscono al reddito presunto e al periodo che va dal 1 gennaio al 31 dicembre di ogni anno.



Come e quando si effettua la richiesta di conservazione?
Durante il periodo di occupazione o entro 30 giorni dalla fine del rapporto di lavoro, il lavoratore per far richiesta di conservazione deve recarsi al Centro per l’Impiego territorialmente competente dichiarando di svolgere un’attività lavorativa tale da assicurare un reddito annuale non superiore al reddito minimo personale escluso da imposizione. La conservazione po’ essere richiesta anche a seguito dell’accettazione di un rapporto di lavoro a tempo indeterminato. In tal caso, considerata la particolare tipologia lavorativa, la dichiarazione del reddito presunto dovrà essere resa rispettando tempistiche diverse: entro il 31 dicembre dell’anno in cui il rapporto si è instaurato e ripetuta entro il 31 dicembre di ogni anno in cui l’attività si è svolta.
La dichiarazione dovrà essere effettuata per ogni periodo che si intende conservare.



Cosa avviene se si superano le soglie previste?
Il lavoratore è tenuto altresì a comunicare qualsiasi variazione del reddito che comporti il superamento delle soglie previste entro e non oltre 30 giorni dal momento in cui tale variazione si verifica (art. 9 comma 6 del Regolamento Regionale DPR 227/2006 attuativo della L.R. 18/2005). Questo comporta l’immediata decadenza dello Stato di Disoccupazione.
IMPORTANTE! La soglia di reddito non opera nei confronti dei soggetti impegnati in Lavori Socialmente Utili (LSU), Tirocini, Stage, Work Experience, Borse Lavoro e Voucher non sono considerati rapporti di lavoro.



Se il soggetto è titolare di uno o di più contratti di lavoro contemporaneamente è possibile mantenere lo Stato di Disoccupazione?
Il lavoratore che intende conservare il proprio Stato di Disoccupazione, nell’eventualità di titolarità di uno o più rapporti di lavoro in corso d’anno, deve presentare dichiarazione presso il Centro per l’Impiego di competenza o durante il corso dello svolgimento di un’attività lavorativa o non oltre trenta giorni dalla sua cessazione, fermo restando che il cumulo dei redditi non può superare il reddito minimo personale come già precedentemente citato.



Un contratto subordinato a termine fa decadere lo Stato di Disoccupazione?
Un contratto subordinato a terminenon fa decadere lo Stato di Disoccupazione ma lo sospende* se la durata del contratto è di:

  • inferiore a 4 mesi e l’età del soggetto è compresa tra i 18 e i 25 anni compiuti;
  • inferiore a 4 mesi e il soggetto è laureato e ha un’età fino a 29 anni;
  • inferiore a 8 mesi e l’età del soggetto è superiore ai 25 anni.

* La sospensione dello Stato di Disoccupazione perdura per l’intera durata del contratto.

N.B.: Nei casi sopracitati la sospensione interviene sempre a prescindere dal reddito prodotto dal rapporto di lavoro che l’ha generata.

Regolamento regionale DPReg 227/2006 attuativo della LR 18/2005

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.