Progetti di ricerca e innovazione” del Fondo di garanzia per le Pmi
Venerdì, 18 Marzo 2016
Il decreto, in attuazione di quanto previsto all’articolo 1, comma 48, lettera b), della legge 27 dicembre 2013, n. 147, definisce i criteri, le... Read More...
Agricoltura: parte piano giovani con 160 milioni
Venerdì, 18 Marzo 2016
Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali rende noto che sono operative le misure del pacchetto 'Generazione Campolibero'. Mutui a... Read More...
Bonus ridotto per chi assume con la Naspi
Mercoledì, 30 Dicembre 2015
I datori di lavoro che assumeranno disoccupati percettori di Naspi incasseranno il 20%, invece del 50%, del trattamento residuo che avrebbe dovuto... Read More...
Turismo digitale: tax credit e incentivi
Mercoledì, 08 Aprile 2015
Ecco il decreto attuativo sul credito d’imposta per il turismo digitale previsto dall’Art Bonus, destinato all’evoluzione tecnologica di... Read More...
Disponibilità a ospitare tirocini
Lunedì, 30 Marzo 2015
Segnala ai centri per l'impiego il tuo interesse ad ospitare tirocini incentivati da Garanzia giovani e Progetto occupabilità.   DI COSA SI TRATTA... Read More...
Sgravi contributi - costi e benefici
Lunedì, 19 Gennaio 2015
La legge di Stabilità 2015 offre l’opportunità, ai datori di lavoro che assumono lavoratori a tempo indeterminato, di fruire per tre anni dello... Read More...
Le 9 regole per l’esonero contributivo nelle assunzioni a tempo indeterminato
Lunedì, 05 Gennaio 2015
Il comma 90, contenuto nella Legge di Stabilità 2015 – di prossima pubblicazione in Gazzetta Ufficiale – disciplina il nuovo sgravio... Read More...
Orario di apertura al pubblico dello Sportello Contributi Lavoro
Lunedì, 07 Aprile 2014
lunedì dalle ore 15.00 alle ore 17.00 martedì e giovedì dalle ore 09.00 alle ore 11.00. Gli operatori dello Sportello-Contributi sono reperibili... Read More...
Avvisi bonari in giornata
Mercoledì, 24 Luglio 2013
Novità per artigiani e commercianti Avvisi bonari in giornata per artigiani e commercianti. L'Inps, infatti, ha implementato il cassetto... Read More...
Contributi pieni dopo 18 mesi
Mercoledì, 24 Luglio 2013
Contributi pieni per l'apprendista assunto dalle liste di mobilità. Dopo i 18 mesi di incentivo, infatti, si applica la contribuzione ordinaria... Read More...
Stampa

Elementi utili per la gestione del personale

Valutazione attuale:  / 1
ScarsoOttimo 

Ammortizzatori sociali
Apprendistato
Certificazione dei contratti

Collocamento mirato

Finanziamenti e bandi

Formazione professionale

Incentivi alle assunzioni

Il Lavoro e gli immigrati

Lavorare nel settore turistico

Lavoro Accessorio

L'impresa sociale
Responsabilità sociale delle imprese
Sicurezza sul lavoro

Somministrazione di lavoro

 

Ammortizzatori sociali in deroga

Gli ammortizzatori sociali in deroga che riguardano la cassa integrazione e la mobilità in deroga hanno la finalità di sostenere lavoratori licenziati o sospesi, privi di qualsiasi tipologia di trattamento di sostegno al reddito connesso alla sospensione o alla cessazione del rapporto di lavoro.

Vengono concessi in base ad accordi regionali.

Con il Ministero del Lavoro, la Regione Friuli Venezia Giulia ha di recente sottoscritto un accordo per un ulteriore finanziamento di dieci milioni di euro da destinare agli ammortizzatori sociali in deroga, risorse che consentiranno di coprire tutte le domande del 2012 e di avviare senza interruzione la concessione degli ammortizzatori per il 2013.

La CIG in deroga, a chi è rivolta?

E’ rivolta ai datori di lavoro privati che non sono destinatari, in base alla vigente normativa di interventi di integrazione salariale o che non possono più utilizzare tutti gli strumenti previsti dalla legislazione ordinaria per le sospensioni dell’attività lavorativa, compresi i contratti di solidarietà difensivi.

Come accedere alla CIG in deroga?

Il datore di lavoro per accedere alla CIG in deroga deve sottoscrivere un accordo sindacale presso gli enti bilaterali (anche organizzazioni sindacali provinciali e associazioni datoriali di riferimento).

Il datore di lavoro deve fare immediatamente sottoscrivere a ciascuno dei lavoratori una dichiarazione di disponibilità a partecipare a un percorso di formazione.

 

La Cassa integrazione a differenza della mobilità riguarda imprese che non ricorrono a licenziamenti ma incorrono in difficoltà momentanee.

L’indennità di mobilità in deroga viene richiesta dal lavoratore e viene pagata ogni mese dall’INPS direttamente allo stesso

La domanda deve essere inoltrata alla sede dell’INPS provinciale.

 

LA CASSA INTEGRAZIONE ORDINARIA (CIGO)

La CIGO è richiesta dal datore di lavoro nei casi di sospensione o riduzione dell’attività aziendale dipendente da eventi temporanei e transitori (avversità atmosferiche, crisi temporanea di mercato, mancanza di commesse o di materie prime etc.) non imputabili allo stesso né ai lavoratori.

La CIGO può essere richiesta dalle imprese industriali, a prescindere dal numero di dipendenti, dalle imprese del settore edile e lapideo e da altre imprese individuate dalla legge 164/1975.

I lavoratori beneficiari sono: operai, impiegati, quadri, assunti o a termine o a tempo indeterminato, anche part time, lavoratori soci e non soci di cooperative di produzione e lavoro che svolgono attività assimilabile a quella industriale.

La procedura di CIGO è suddivisa in due fasi:

  1. Una fase di consultazione sindacale, che coinvolge l’imprenditore e le organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative sul territorio;
  2. Una fase amministrativa che si attiva con l’invio telematico della richiesta di autorizzazione alla CIGO da inoltrarsi all’INPS, entro 25 giorni dalla fine del periodo di paga in corso al termine della settimana, in cui ha avuto inizio la sospensione.

Rif. INPS

 

LA CASSA INTEGRAZIONE STRAORDINARIA (CIGS)

La CIGS può essere richiesta dal datore di lavoro a fronte di gravi situazioni di eccedenza occupazionale. La CIGS può essere attivata da imprese industriali che nell’ultimo semestre abbiano occupato mediamente più di 15 dipendenti; per le imprese non industriali l’accesso alla CIGS è subordinato alla sussistenza di altri requisiti previsti dalla legge 223/1991. La nuova riforma del mercato del lavoro ha introdotto, a decorrere dal primo gennaio 2013 il trattamento straordinario di integrazione salariale, non più in regime transitorio, per imprese esercenti attività commerciali con più di 50 dipendenti, per agenzie di viaggio e turismo con più di 50 dipendenti, per imprese di vigilanza con più di 50 dipendenti.

La CIGS spetta a operai, impiegati, quadri, soci e non soci di cooperative di produzione lavoro.

Per accedere alla CIGS, l’impresa deve trovarsi in una delle seguenti condizioni: ristrutturazione, riorganizzazione, riconversione, crisi aziendale, fallimento, e procedure concorsuali. La procedura per accedere alla CIGS è composta da: una fase di consultazione sindacale, che coinvolge l’imprenditore e le organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative; l’esame congiunto si tiene presso gli uffici delle Istituzioni territoriali (Provincia, Regione, Ministero del Lavoro), in base all’estensione della procedura a varie sedi (Provincia, Regione, Nazione).

La fase amministrativa, comprende l’invio dell’istanza al Ministero del Lavoro e l’inoltro di specifica richiesta all’INPS. La domanda al Ministero del Lavoro deve essere presentata entro 25 giorni dalla fine del periodo di paga, in cui è iniziata la sospensione o la riduzione dell’orario di lavoro.

Rif. INPS

 

MOBILITA’ (indennizzata e non indennizzata):

L’Istituto della mobilità è disciplinato dalle leggi 223/91 e 236/93 ed è finalizzato al sostegno dei lavoratori, sotto il profilo reddituale e/o alla realizzazione di azioni per favorire la ricollocazione dei lavoratori. La mobilità indennizzata è un ammortizzatore sociale destinato alle aziende, che nell’ultimo semestre abbiano occupato mediamente più di 15 dipendenti, se imprese industriali; più di 200 dipendenti se imprese del commercio. Le aziende artigiane dell’indotto sono beneficiarie del trattamento solo nell’ipotesi in cui l’azienda committente abbia fatto ricorso alla mobilità.

Per le imprese commerciali con più di 50 dipendenti; agenzie di viaggio e di turismo con più di 50 dipendenti; per le imprese di vigilanza con più di 15 dipendenti si rinvia al messaggio INPS n. 48/08/2012 e alla legge 92/2012.

I lavoratori destinatari del trattamento sono i lavoratori assunti a tempo indeterminato aventi la qualifica di operaio, impiegato o quadro, licenziati e collocati in mobilità per: esaurimento della CIGS, per riduzione di personale, per trasformazione dell’attività aziendale, per ristrutturazione dell’azienda, per cessazione dell’attività aziendale. Per beneficiare del trattamento, il lavoratore deve possedere un’anzianità aziendale di almeno 12 mesi presso l’azienda che lo ha collocato in mobilità ed aver effettivamente lavorato per almeno 6 mesi. La procedurali mobilità è costituita da una fase sindacale ed una amministrativa. Per quanto attiene al lavoratore la domanda di indennità deve essere presentata all’INPS in via telematica entro 78 giorni dalla data di licenziamento. La mobilità non indennizzata è uno strumento volto ad agevolare il reinserimento occupazionale dei lavoratori licenziati, fornendo sgravi contributivi alle aziende che volessero assumere lavoratori iscritti alle liste di mobilità.

Tali benefici contributivi si applicano anche alla fattispecie pocanzi descritta della mobilità indennizzata.

La durata degli sgravi alle imprese è pari a: 18 mesi per assunzioni a tempo indeterminato; 12 mesi per assunzioni a tempo determinato; ulteriori 12 mesi per trasformazione da tempo determinato a tempo indeterminato.

Sono beneficiari dell’Istituto della mobilità non indennizzata ex lege 236/1993 i lavoratori che siano stati licenziati per giustificato motivo oggettivo da imprese che occupano fino a 15 dipendenti.

L’iscrizione alle liste di mobilità è gestita dai Centri per l’Impiego territorialmente competenti. I datori di lavoro interessati all’assunzione di tali lavoratori possono rivolgersi ai Centri per l’Impiego competenti.

Rif. INPS, Provincia di Trieste

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.